Pioneer CDJ-900 Nexus – Recensione

CDJ900Nexus_BannerNel 2009 Pioneer Dj rivoluziona il mondo delle consolle delle discoteche di tutto il mondo rilasciando i primi CDJ professionali con funzioni di lettore cd, flash drive USB e controller Midi e HID; a distanza di 4 anni, dopo aver introdotto sul mercato il top di gamma CDJ-2000 Nexus, Pioneer “chiude il cerchio” inserendo nella gamma Nexus anche il CDJ-900. Abbiamo avuto modo di provarlo per testarne caratteristiche e funzionamento.

CDJ900Nexus_vs_CDJ900

A prima vista, se spento, il nuovo CDJ della Pioneer non sembra differire più di tanto dal suo predecessore, spicca la differente lunghezza (pochi centimetri in più), il display che è piano come nel CDJ-850  e non inclinato come nel “vecchio” CDJ-900 e la discussa ma indubbiamente, all’evenienza, comoda coppia di tasti [Master] e [Sync].

CDJ900Nexus_Sync

La rimanente componentistica sembra la medesima del CDJ-900; troviamo infatti gli stessi tasti CUE e PLAY, la medesima grande e sensibilissima Jog ed il gruppo di tasti dedicati alla suddivisione del loop del brano.

Come nel precedente modello tutti i materiali sono di ottima qualità e la sensazione che si prova nell’utilizzo è di estrema piacevolezza al tatto e di eccelsa qualità, come ci ha sempre abituato la casa giapponese nei suoi prodotti PRO.

CDJ900Nexus_vs_CDJ900_top

Una volta acceso la differenza che salta all’occhio è nel suo display: leggermente più grande del suo predecessore ma completamente differente nell’aspetto. Infatti ricalca fedelmente quello già visto sul CDJ-2000 Nexus anzi, a detta dei tecnici Pioneer, quello del CDJ-900 Nexus ha una definizione leggermente migliore.

CDJ900Nexus_display_waveform

Infatti il display ora visualizza una forma d’onda completa, come quella che siamo abituati a vedere sul CDJ-2000 oppure sui software da deejaying più rinomati.
Oltre alla waveform, troviamo tutte le informazioni più utili durante l’utilizzo del lettore, come tempo rimanente e trascorso, numero di traccia, BPM, vista generale della traccia (l’istogramma in basso), numero del player ed indicatore di battuta per la messa a tempo.

Tra le tante indicazioni quella del player serve ad indicare il numero del deck se questo lettore viene linkato ad altri.
Questa caratteristica è stata ereditata dal vecchio lettore per poter utilizzare la stessa sorgente dati (una flash drive USB oppure un HDD) e, con le nuove funzioni, è possibile utilizzare le funzioni di Beat Sync se le tracce sono state precedentemente analizzate con Rekordbox, il software che Mixvibes ha creato per essere utilizzato con i CDJ Pioneer e per preparare le flash drive USB da inserire nei lettori stessi.
Infatti troviamo memorizzati Tag, punti di CUE e, essendo stati analizzati precedentemente, i brani sono stati quantizzati quindi i loop richiamati a tempo.

CDJ900Nexus_display_track

Lo stesso luminosissimo display ci consente inoltre di poter richiamare varie informazioni tra cui tutti i tag e la copertina del brano in esecuzione oltre, ovviamente, a poter visualizzare le altre playlist presenti sulla flash drive usb:

CDJ900Nexus_display_browse

Ovviamente il generoso display serve anche a poter visualizzare e, all’occorrenza, cambiare e/o personalizzare tutte le varie impostazioni presenti all’interno del suo menù.

CDJ900Nexus_display_menu

Connessioni

CDJ900Nexus_rear

Le connessioni presenti sul CDJ-900 Nexus, oltre a quelle riservate all’inserimento dei CD e delle flash drive USB presenti, rispettivamente sul lato frontale e su quello superiore, sono le medesime del vecchio modello, pertanto troviamo i connettori audio stereo RCA, quello digitale SPDIF, la porta Ethernet per il collegamento agli altri lettori CDJ, ai mixer DJM predisposti ed ai PC per la connessione con la piattaforma software Rekordbox e la porta USB per il collegamento a PC e Mac per il funzionamento come controller.

CDJ900Nexus_connenction

Collegamento a PC o Mac

CDJ900Nexus_3-4_1

Purtroppo da quello che ho constatato e da come descritto nel forum di supporto di Pioneer dj,  il CDJ-900NXS, al momento della recensione, ancora non ha la possibilità di essere collegato con Personal Computer Mac o Pc con gli ultimi sistemi operativi installati (Windows 8 o OSX 10.9 Mavericks), infatti ad una prova effettuata con il mio Macbook Pro con Mavericks installato il CDJ non veniva riconosciuto né come periferica midi né come scheda audio.
Dovremo pertanto attendere un nuovo aggiornamento firmware che colmi questa lacuna.
Ad onor del vero, comunque, l’utilizzo di questo CDJ come controller mi sembra davvero sprecato poiché ha un suo software interno che, se dovutamente analizzati i file mediante l’utility rekorbox, non fa rimpiangere l’utilizzo di un pc e di un software da deejaying.

Video Recensione

Conclusioni

Come sempre ha fatto negli anni precedenti, Pioneer ha messo in commercio un lettore che, al pari del CDJ-2000NXS, sarà un punto di riferimento tra i djs affezionati all’utilizzo di un lettore CD multimediale e che, sicuramente, vedremo molto spesso nelle consolle delle discoteche in giro per il mondo.
Questo nuovo modello è degno successore del precedente e non fa rimpiangere l’acquisto rispetto al top di gamma. Materiali di ottima qualità, così come la scheda audio non fanno che confermare Pioneer casa regina in questa categoria di prodotti.

Ringraziamenti:

Goody Music di Roma per la disponibilità di sala prove e prodotto.

Recensione a cura di Sasa dj

Informazioni sul prodotto: sito ufficiale Pioneer dj

Discussione sul forum: LINK