Rane Sixty-Eight – Recensione

sixtyeight-banner

La prova del prodotto di punta della Rane, il Sixty-Eight, mixer audio con funzioni speciali per lavorare insieme a Serato Scratch Live in modalità 4 decks.

Rane ha quindi deciso di sfidare i suoi competitors nel campo dei mixer 4 canali high-hend con un prodotto davvero fuori dal comune nelle sue caratteristiche e che punta decisamente sulla qualità, sacrificando un po’ il lato estetico.

Infatti parliamo di un mixer compatto, decisamente più piccolo nelle dimensioni rispetto ai diretti competitors. In questo senso però ha il vantaggio di essere più facilmente trasportabile e facilmente collocabile in consolle di dimensioni ridotte. Le dimensioni del mixer non creano difficoltà nell’uso, ogni comando ha il giusto spazio e non ci sono particolari rischi di attivare funzioni non richieste durante l’uso.
Nella scatola troviamo il manuale in inglese, il cavo di alimentazione, due cavi Usb, il cd con Serato Scratch Live 2.0.1, quattro vinili e quattro cd timecode.

sixtyeight-top

La parte mixer è costituita da quattro canali phono-line-aux (con crossfader assegnabile e vu-meters dedicati) più due ingressi microfonici (di cui uno Mic-Line, anche questi con vu-meters dedicati). I quattro canali phono-line-aux sono dotati di filtro dedicato, controlli di tono a tre bande e gain, mentre i due canali microfonici hanno controlli di tono a due bande e pan. Sono presenti poi i controlli Main Out con Balance, Session In-Out, Both, con la possibilità di uscire dal mixer in Mono invece che in Stereo.

sixtyeight-mixer

A sinistra della zona mixer troviamo la sezione effetti (Filter Flanger, Phaser, Echo Robot, Reverb) che viene gestita tramite la nuova funzione Flex FX che permette di controllare questi effetti in modo davvero interessante.

sixtyeight-flexfx

Ai due lati del mixer troviamo infine le due zone controller da utilizzare insieme a Serato Scratch Live per controllare alcune funzioni di due decks del software, con la possibilità di effettuare lo switch per controllare la seconda coppia di decks virtuali.
Sul pannello frontale troviamo le prese cuffia jack 6,3 3 mini-jack, la regolazione della curva del crossfader, della curva dei cursore di volume del mixer e l’amount del modulo Flex FX. Sul retro invece si trovano Le connessioni già spiegate nella descrizione del mixer, oltre al send-return per gli effetti, quattro uscite S/PDIF e le due prese Usb per le due schede audio presenti nel mixer.

sixtyeight-front
sixtyeight-rear

Infatti il Rane Sixty Eight è dotato di due schede audio per specifiche per Serato Scratch Live. Se si collega una scheda audio ad un computer si potrà mixare a due decks con Serato Scratch Live, collegandole entrambe si potrà mixare a quattro decks, se si collegano le due schede a due computer diversi si potrà mixare a due decks con Serato Scratch Live da due computer separati. In questo senso, visto il grande sforzo fatto dai progettisti Rane, mi chiedo perché manchi una sezione di routing del preascolto che permetta di gestire due cuffie separatamente per due dj.

La prova effettuata con il mixer è stata ovviamente molto soddisfacente, è davvero un piacere mixare grazie alla precisione con cui è possibile realizzare mixaggi multidecks molto complessi, con i controlli di tono che aiutano a gestire al meglio i vari suoni coinvolti nel mixaggio. La funzione filter di ogni canale è molto progressivo nell’intervento e questo permette un utilizzo del filtro molto preciso, senza dover troppo esagerare. La possibilità di usare i faders di volume in modalità lineare permette di ottenere ottimi mixaggi multidecks, gestendo con molta precisione i volumi di ogni canale.
Il modulo Flex FX che controlla le zone effetti è davvero interessante, perché permette di decidere in pochi istanti se utilizzare quelli presenti sul mixer (controllabili attraverso due parametri), oppure un modulo effetti esterno tramite connessione Send-Return o addirittura utlizzare un modulo effetti da computer tramite la connessione Usb.

sixtyeight3

Gli effetti gestiti da Flex FX sono utilizzabili su tutti e sei i canali disponibili sul mixer. La qualità degli effetti disponibili è ottima, anche se vanno fatte molte prove per capire bene le regolazioni di ogni singolo effetto, in ogni caso l’utilizzo standard di questi effetti è molto semplice.
Ricordo sempre che un utilizzo avanzato di qualsiasi effetto richiede molto allenamento per comprendere al meglio il suo funzionamento e che tipo di interazione ha con suoni diversi.
In generale posso dire che il Rane Sixty-Eight è un mixer audio di qualità elevatissima, che usato solo con il filter standard permette mixaggi multidecks di grande effetto e con la massima precisione nella gestione dei suoni presenti nelle varie tracce. La sezione Flex FX inoltre permette di avere a disposizione infinite varianti, potendo decidere in pochi istanti di utilizzare gli effetti del mixer o quelli presenti da un’unità effetti esterni o tramite software per computer. Anche in questo caso è importante leggersi attentamente il manuale per capire esattamente il funzionamento di Flex FX per sfruttare le sue funzionalità al meglio.

Infine Rane Sixty Eight è l’unico prodotto che permette l’utilizzo di Serato Scratch Live a 4 decks. Ai due lati del mixer ci sono le zone controller che permettono di scorrere le playlist, caricare le tracce nei quattro decks, selezionare i loop manualmente o regolarne la lunghezza automaticamente, salvare, cancellare e richiamare i cinque punti di cue disponibili nel software.

sixtyeight-serato

Già in questo modo è possibile utilizzare Scratch Live con quattro giradischi o 4 lettori cdj in modalità timecode sfruttando le funzionalità base del software (in questo caso è importante usare Scratch Live in modalità Relative). Se invece si vorranno utilizzare gli effetti ed il sampler di Scratch Live sarà necessario aggiungere un piccolo controller Midi.

sslive-003

In ogni caso usando Scratch Live con il Rane Sixty-Eight utilizzando gli effetti del mixer non si sente proprio questa mancanza e tutto è molto semplice ed immediato. Anche con un computer portatile di media potenza l’intero sistema funziona senza alcun rallentamento ed i comandi presenti sul mixer permettono di controllare il software con la massima facilità. Anche la prova insieme ad Ableton Live 8 e The Bridge è stata superata senza alcuna difficoltà. La qualità sonora delle schede audio integrate è quella della Rane SL3 quindi abbiamo la certezza di avere un suono di altissimo livello.

Per concludere c’è da dire che questo non è un mixer per tutti, partendo dal presupposto che è riservato a chi vuol utilizzare Scratch Live a 4 decks, magari insieme ad Ableton Live. Come mixer audio tradizionali Rane ha nel suo catalogo prodotti di altissima qualità a prezzi decisamente inferiori. Inoltre questo mixer, nato per l’utilizzo di quattro decks con Scratch Live, si presta ad installazioni fisse più che per il “mobile dj”.

Detto questo il Rane Sixty-Eight è senza dubbio un prodotto di grandissima qualità che fa esattamente quello che ci si aspetta, cioè il massimo. Sicuramente rimane un prodotto riservato a pochi veri professionisti in grado di sfruttare al massimo un simile mixer.

Ringraziamenti:
AudioEquipment – Distributore nazionale Rane: http://www.audioequipment.it

Review by CyberMix

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.