Cuffie Reloop RHP-10, Zomo HD1200 e Numark Red Wave – Recensione e prova

banner dij headphones test

In questa recensione mettiamo a confronto tre modelli di cuffie dal design molto simile tra di loro ed appartenenti alla stessa fascia di prezzo.

Un confronto non troppo tecnico e basato su di un uso intensivo in condizioni che definiremo “normali”, ovvero Club, Parties vari e Radio, cosi come saranno adottati i tre parametri qualitativi empirici che sono comunemente usati (nei paesi anglofoni) per definire una cuffia da dj, articolo in cui rientrano tutte e tre le cuffie provate, ovvero per scriverla all’americana: Looking, Feeling, Sound (Tre parametri per descrivere in una parola la parte estetica, quella relativa alla comodità d’uso e la qualità dell’output sonoro) a cui aggiungeremo anche una nota sul comportamento “a fatica” .

Reloop RHP-10

Iniziamo quindi il nostro confronto con le cuffie Reloop RHP-10 che sono uno dei modelli “classici” di casa Reloop, rinnovati per l’occasione con la serie “Limited Special Editions” caratterizzati da nomi e da colori di sicuro effetto come ad esempio “Gold Rush” (Il modello specifico di cui parliamo) ovvero la cuffia in colore nero e finiture dorate che personalmente adoro in quanto fashion addict. La cuffia in questione nonostante la costruzione apparentemente massiccia non pesa eccessivamente (circa 250 Gr.)grazie anche all’adozione di molte parti in plastica lasciando al metallo solo la parte interna dell’archetto che proseguendo ai lati funge anche da slitta per la regolazione dell’altezza dei padiglioni.

Una nota di stile deriva dall’archetto imbottito e rivestito per la parte esterna in simil pelle con la stampa “Reloop” (Ovviamente nel modello in prova con stampa gold), mentre la parte interna è rivestita in un comodo tessuto traforato che aiuta la traspirazione e non permette alle cuffie di “attaccarsi” alla pelle del collo nel caso di calore eccessivo.

La particolare conformazione degli snodi permette alle RHP-10 di potersi chiudere su se stesse occupando cosi poco spazio e poter entrare agevolmente nel sacchetto in tessuto simile alla pelle in dotazione, dove trova posto anche il cavetto con una parte a spirale con jack di tipo gold plated.

Sotto i dome marchiati con logo Reloop si trovano i driver di grandi dimensioni che garantiscono per queste cuffie una pressione sonora piuttosto elevata grazie alla sensibilità dell’ordine dei 109 db e che proprio grazie alle sue dimensioni può garantire una banda passante che spazia dai circa 3 Hz (Si avete letto bene, ben più bassa del limite udibile, che però nel passaggi con bassline sweeppati, regala un colore ed una profondità che si lascia apprezzare) fino ai 24 KHz ed anche qui la limpidità dei toni alti è senz’altro un punto a favore di questo modello.

In generale dal punto di vista auditivo, si comportano in maniera neutra con una leggera prevalenza verso i toni bassi che sono potenti ma non troppo accentuati, aiutati anche dalla sensibilità e dalla banda passante molto ampia.

Nell’uso continuativo, nonostante la continua sollecitaione meccanica degli snodi, questi non hanno dato molti problemi ed hanno continuato ad avere i loro movimenti, mentre invece la parte elettrica relativa all’inserzione del jack ha iniziato ad allentarsi.

In breve: Una cuffia stilish, potente e precisa, ma da trattare con cura.

Looking: Good

Feeling: Good

Sound: Great

numark redwave

Proseguiamo con la NumarkRed Wave”, la cuffia della casa che ha sempre disegnato i confini dell’innovazione, appare in questo modello rimanere nella tradizione. La “red wave” infatti è un modello caratterizzato da una scelta di colori non varia come i modelli con cui è a confronto (Infatti sia la RHP-10, sia la HD-1200 sono disponibili in diverse combinazioni di colori molto accattivanti), da un design robusto caratterizzato dalle grandi dimensioni dell’archetto e da una sua buona imbottitura in tessuto simile alle pelle della parte superiore sulla quale è stampato imperiosamente e in maniera molto visibile il brand, mentre nella parte inferiore un imbottitura sempre in simil pelle ma questa volta di colore rosso riportante il nome del modello. La combinazione di colori prevede il nero ed il rosso che è usato anche nei particolari come con le strisce presenti sul dome.

Il peso è di circa 300 Gr. Circa 50 grammi in più della RHP-10 e 30 grammi in più della ZOMO, ma che comunque garantiscono un eccellente comfort ed un ottimo isolamento dai rumori esterni e comunque la differenza di peso appare essere solo sulla carta in quanto non si nota minimamente durante l’uso.

Anche per questo modello le parti in metallo fanno da guida per la regolazione dell’affondamento dei padiglioni sulle orecchie ed il particolare sistema di snodo permette anche in questo caso di richiudere le cuffie su se stesse e riporle nel sacchetto in materiale simile alla pelle. Ed a proposito di snodo, in questo modello il meccanismo è in plastica di grandi dimensioni  con finiture cromate satinate.

Ottima la scelta della dimensione del foro dei padiglioni che vanno a contatto con le orecchie in quanto riescono sia ad isolare le orecchie dai rumori esterni, sia a non assorbire il suono emesso dalla cuffia.

I dome sono caratterizzati da una buona ampiezza e sui quali è ben visibile il logo “Numark”, sotto il quale si celano dei poderosi driver al neodimio da 50 mm con una banda passante che va da 15 Hz fino ai 20 KHz, con una pressione sonora di circa 98 (+/- 3db) db, che si traduce in una buona qualità del suono ma forse tarate con un taglio delle frequenze basse troppo accentuato. Infatti al primo ascolto la cosa che tende a risaltare è un contenuto di bassi molto presente ma non certamente a discapito delle alte frequenze che sono comunque ben bilanciate anche se forse troppo limitate nelle zone estreme dello spettro udibile.

Nell’uso continuativo hanno mostrato una ottima tenuta meccanica ed elettrica senza dare mai dare cenni di usura anche nelle parti come lo snodo che sono naturalmente sollecitati.

Anche la parte elettrica non ha mai dato segni di allentamenti oppure difetti che potessero inficiare il suono:

In breve: Massicce, potenti, con tantissimi bassi.

Looking: Great

Feeling: Good

Sound: Good

Passiamo adesso alle Zomo HD-1200, il modello della casa tedesca è disponibile in una moltitudine di colori molto accattivanti, che danno l’idea di un prodotto fresco e giovane e che spaziano dal Gold, al bianco. Peccato che per avere il modello con finitura dorata occorre spendere 10 € in più rispetto a tutti gli altri colori e questo non potrà fare piacere ai fashion addict come me (anche se il modello provato è proprio quello denominato “Gold”).

zomo HD-1200 gold

A prescindere dai colori, le cuffie si presentano ben rifinite ed anche queste con archetto e imbottitura di grandi dimensioni su cui è stampato il brand “Zomo” nel colore della combinazione scelta, la parte superiore in tessuto simile alla pelle, molto morbido, cosi come quello in tessuto traforato usato per la parte inferiore. La loro costruzione simile agli altri due modelli le rende molto comode e non troppo pesanti, infatti il peso di queste cuffie è di circa 270 Gr. In linea con gli altri due modelli e comunque molto robuste nonostante anche le HD-1200 facciano molto uso di parti in plastica specialmente per le terminazioni dell’archetto e per lo snodo. La meccanica dello snodo è in plastica ma comunque molto resistente alle  sollecitazioni, ed anche in questo modello le due parti in metallo sono usate per fare scorrere i due padiglioni per la regolazione in altezza.

Le HD-1200 possono essere richiuse facilmente ed essere riposte nel loro sacchetto che neanche a farlo apposta è in tessuto simil pelle.

I fori dei padiglioni sono forse un pò troppo piccoli, nella confezione sono presenti comunque anche dei padiglioni in velour, ma con lo stesso diametro del foro che comunque non pregiudica né il buon isolamento del suono dal mondo esterno, né il notevole confort, anche se con i padiglioni in velour (quelli con finitura simil velluto), il confort è notevolmente migliore di quelli in simil pelle.

Una nota di stile deriva dalla copertura acrilica trasparente sopra i dome, che conferiscono personalità in un segmento in cui tanti modelli sono troppo simili tra di loro.

Una volta collegate regalano un sound potente ed estremamente equilibrato ma che abbraccia in modo non troppo marcato anche sfumature cristalline e finiture con bassi accentuati. Merito della pressione sonora derivante dalla sensibilità di 110 db e dalla banda passante che spazia dai 3 Hz fino ai 30 KHz e quindi uscendo e trasducendo anche frequenze normalmente non udibili dall’orecchio umano ma che per un gioco di incroci, battimenti e percezioni offrono un colore sonoro molto più variegato di altre con banda passante limitata alle frequenze udibili.

Questo modello è stato usato per un periodo abbastanza lungo e la meccanica ha iniziato a risentirne anche se in modo leggero cosi come per l’attacco del jack di entrata del segnale che ha iniziato a dare segni di usura ma sempre in modo limitato senza troppi problemi nella generazione audio.

In breve: Cuffie accattivanti, fashion, con un suono pulito e potente ma da trattare con cura.

Looking: Great

Feeling: Good

Sound: Great.