Vestax Spin 2 – Recensione

vestax_Spin2_banner

A distanza di qualche anno dall’uscita della prima console entry level Spin, Vestax aggiorna il suo controller di riferimento per il mondo Apple e mette sul mercato la Spin 2, che insieme al primo modello di Spin e alla Typhoon rafforzano e consolidano il mercato delle console pensate per approcciarsi in maniera stilosa al mondo del DJing.

Spin 2 si colloca nella tipologia di controller “all-in-one”, cioè quelle console che hanno sia la funzionalità di mixer midi che la scheda audio integrata. L’operatività è immediata perché basta installare il software allegato “djay” e collegare la console al Mac tramite il cavo USB.
Rispetto al primo modello di Spin, questo nuova Spin 2 è stata pensata anche per il mondo iOS, parliamo quindi di dispositivi Apple come iPad, iPhone, iPod touch che possono essere collegati alla console e con cui è possibile mixare!

Prime impressioni
Aperta la confezione si nota la console ben protetta da un imballaggio in polistirolo, essa si trova inserita in diagonale nella sua scatola che comprende anche un cavo usb per collegarla al Mac, l’alimentatore dedicato (utile per ricaricare iPhone/iPad), istruzioni multilingua inglese/giapponese e il CD contenente il software djay sempre per Mac.

Spin 2 è larga 35.4, lunga 25 e alta 4.7cm, pesa circa 1.5kg ed ha una struttura in plastica molto solida. Posta la console sul banco di collaudo del Digital Jockey LAB di Ferrara siamo pronti ad analizzarla nel dettaglio.

vestax_spin2_ipad

Caratteristiche costruttive
Osservando con attenzione i dettagli dell’hardware si nota un assemblaggio curato nei particolari e rispetto alla prima Spin ci sembra che la qualità sia ulteriormente migliorata, la struttura di Spin 2, anche se interamente plastica, riesce a renderla particolarmente solida ed a donarle un look molto accattivante, quasi più del primo modello.
Nel pannello superiore si trovano i comandi necessari ad attivare 3 hot cue, loop, effetti e sample, sono inoltre presenti due comode strip search, utili per muoversi velocemente all’interno della traccia, ed anche due jog wheels metalliche sensibili al tocco. La zona mixer ha i classici potenziometri rotativi per variare le tonalità, più i gain ed un filtro LP/HP dedicato per canale. Non mancano i comandi di browsing per cercare e caricare velocemente le tracce sul Mac/iPad. Il tutto è ergonomicamente ben distribuito e grazie al tasto “Shift” centrale quasi tutti i comandi sono raddoppiati.

vestax_spin2_top

I pulsanti in plastica rigida sono molto precisi, fanno “click” quando vengono premuti e sono piacevolmente retroilluminati con colorazioni diverse atte ad indicare l’azionamento di ogni determinata funzione. Ogni deck è dotato di vumeter a led, manca invece la una doppia barra di led stereo dell’uscita master, che è invece presente sulla vecchia Spin.
I cursori del volume dei canali e del pitch sono scorrevoli e con una rigidità ben calibrata come anche il crossfader tipicamente morbido e studiato per gli amanti dello scratch. I knob dei toni, i filtri e i cursori dei pitch hanno il classico scatto nella posizione centrale.

vestax_spin2_front

Per quanto riguarda le connessioni della parte anteriore troviamo solo la presa per la cuffia a Jack da 6.3mm, dotata del relativo potenziometro per la regolazione hardware del volume, manca purtroppo la possibilità di collegare un microfono.

vestax_spin2_rear

Nella parte posteriore si trova il connettore 30 pin (munito del relativo vano di riposo) ideato per connetersi ad iPhone/iPad, lo switch per la selezione del sistema operativo iOS (se avete un dispositivo con iOS superiore alla versione 6 dovrete usare la posizione multi), i due connettori RCA di colore bianco e rosso dell’uscita stereo muniti del relativo potenziometro per la regolazione del volume, due potenziometri per la regolazione della sensibilità elettrica dei Jog, l’ingresso per l’alimentatore esterno (compreso), l’interruttore on-off e la porta usb per la connessione al Mac.

vestax_spin2_connect

Il test con djay su iPad, Mac e PC con VirtualDJ
La console funziona molto bene con djay 2 su iPad, l’applicazione della software house Algoriddim è ormai arrivata quasi a superare le funzioni della versione Mac, unico neo è che va comprata su APP store al prezzo attuale di 8,99€.
Oltre a djay per iOS è possibile utilizzarla anche con vjay, app pensata per mixare videoclip, oppure con MixVibes Cross DJ o DJ Player, ottime alternative che potrete scaricare sul vostro dispositivo sempre da APP store.

Per fortuna nella confezione troviamo il seriale di djay per Mac versione 4.2, se avete quindi un Mac potrete collegare al volo la console e cominciare subito a mixare le vostre tracce di iTunes.

Per essere utilizzata sui comuni PC è necessario utilizzare i driver Audio e MIDI del controller gemello Casio XW-J1 disponibili QUI.
Una volta installati sarà possibile utilizzarla con MixVibes Cross 3.0 o con Deckadance 2.25, per quanto riguarda VirtuaDJ PRO 7 basterà scaricare il mio mapper dedicato disponibile QUI.

La si potrà utilizzare con i software appena citati anche in ambiente Mac collegandola senza bisogno di installare alcun driver.

Configurazione minima di sistema
Mac:
OS: Mac OS X 10.6 e successivi
CPU: Intel CPU
RAM: 1GB o più
USB 2.0

iOS:
iPad: Compatibile con iPad, iPad 2, iPad 3, iPad 4, iPad mini & iPad air
iPhone: Compatibile con iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 5, iPhone 5c & iPhone 5s
iPod touch: Compatibile con iPod touch 4 & iPod touch 5
iOS: iOS 4.2 e successivi, iOS 6 o 7 sono necessari per poter utilizzare le uscite stereo della console

Conclusioni
Abbiamo testato nel nostro laboratorio la scheda audio della Spin 2, e a differenza di quelle già provate su Typhoon e primo modello di Spin, questa ci ha dimostrato una discreta qualità sonora.
Possiamo consigliare questo controller per feste tra amici e piccoli club, anche se non è molto economica paragonata per esempio ai controller di casa Hercules, ma si sa che i prodotti di qualità, ed in particolar modo quelli dedicati al mondo Apple, si pagano sempre un po’ di più.

PREGI
– Struttura e comandi robusti
– Jog precise e sensibili al tocco
– Perfetta integrazione con djay per iPad e Mac
– Fra le poche ad essere certificata da Apple

DIFETTI
– Numero di comandi un po’ limitato
– Per utilizzarla con i nuovi iPhone/iPad serve l’adattatore

Vestax Spin 2 è commercializzata in Italia da DJpoint.net ed è disponibile presso i migliori negozi di strumenti musicali ad un prezzo di circa 299€ comprensivi di IVA.

Ringraziamenti
Vestax Corporation – www.vestax.com
DJpoint.net (distributore italiano prodotti Vestax)
Luigi Bressan aka Luz DiJ (Laboratorio Digital Jockey Ferrara)

By Cioce DiJ