Vestax VFX-1 – Recensione

vestaxvfx1banner1
Vestax ha reso disponibile il VFX-1, un nuovo controller midi da utilizzare insieme al VCI-300 per utilizzare i nuovi effetti presenti nelle ultime versioni di Serato ITCH. Vediamo i risultati dei nostri test con il nuovo prodotto Vestax.

Come al solito ringraziamo Exhibo (http://www.exhibo.it), distributore nazionale dei prodotti Vestax, che ci ha messo a disposizione questo prodotto insieme al VCI-300.

Come già detto si tratta di un controller che è un completamento del VCI-300, infatti già dalla scatola si comprende che questi due prodotti siano strettamente legati tra di loro. Entrambi nascono per lavorare in maniera nativa, cioè senza bisogno di alcuna configurazione, insieme a Serato ITCH. La confezione è di dimensioni ridotte e molto curata come design, le imbottiture interne in cartone sono ampie e garantiscono la protezione dagli urti durante il trasporto.

vfx_1-003
vfx_1-004

All’interno della confezione troviamo il VFX-1, un cavo Usb, il cd contentente Serato ITCH 1.3 (già aggiornabile gratuitamente alle versione 1.5) ed il manuale del software.

vfx_1-005

Il controller ha una forma stretta e profonda, con dimensioni adatte per essere affiancato al VCI-300. Il design è ovviamente identico al fratello maggiore, come anche la qualità costruttiva (chassis in metallo).
Il VFX-1 si presenta come un controller diviso a metà trasversalmente e le due parti sono uguali tra loro. Ogni metà è composta da sei tasti retoilluminati, un potenziometro, un encoder dotato di pulsante, due encoder a dodici scatti. Sul lato del VFX-1 vi sono due switch (uno per sezione del controller) dove si può decidere se in ITCH gli effetti rimangano attivi solo tenendo premuto il tasto ON/OFF o se funzioni come un normale pulsante che premuto una prima volta attiva gli effetti e premendo una seconda volta gli effetti si disattivano. La qualità di tasti, potenziometri ed encoder è identica a quella del VCI-300. L’unica connessione esterna prevista è quella Usb, quindi il controller è alimentato dal computer cui è collegato.

vfx_1-006

Come già ripetuto il VFX-1 nasce come controller specifico per Serato ITCH, anche perché permette di aggiungere nuove funzioni a questo software. Dalla versione 1.3 del software Serato ITCH ha disponibile la sezione effetti, ma questa compare esclusivamente se vengono collegati degli specifici componenti hardware aggiuntivi ed uno di questi è appunto il Vestax VFX-1. L’operazione di collegamento del nuovo componente può essere effettuata anche con il software già avviato senza alcun problema o rallentamento del software.

vfx_1-009

Da questo momento compare in Serato ITCH la lista degli effetti disponibili che nella versione 1.5 sono diventati 12. Per questo motivo nel controller tre di questi effetti non sono menzionati, ma presenti semplicemente con la dicitura User-1-2-3, proprio perché al momento della produzione del VFX-1 gli effetti disponibili nel software erano solo 9. Oltre al potenziometro dry-wet vi sono tre parametri d’intervento per la regolazione degli effetti, due sull’encoder Mod/x grazie allo switch che si attiva premendo l’enocder stesso. Gli effetti disponibili sono reverb, delay, echo, LPF, HPF, phaser, flanger, crusher, tremolo, repeater, reverser e braker.

itch15

Le due sezioni effetti sono applicabili, tramite ai 4 tasti posti in alto, al ingresso Mic od Aux, ad uno dei due decks, oppure inviarlo in preascolto. Quindi è possibile applicare due effetti allo stesso deck. La qualità generale degli effetti è buona, anche se a mio parere alcuni di essi sono ampiamente migliorabili. In generale l’utilizzo degli effetti in Serato ITCH è molto semplice grazie al VFX-1 che permette un utilizzo molto intuitivo di queste nuove parti del software.
Aggiungo infine che Serato ITCH in questi mesi è diventato sempre più stabile ed efficiente, in particolare l’analizzatore delle tracce ed il motore di sync che è molto più preciso.

TEST CON VIRTUAL DJ E TRAKTOR PRO

Essendo però anche un controller Midi generico, abbiamo provato a configurare il VFX-1 insieme ad altri due software per mixare come Virtual DJ e Traktor Pro, con risultati molto diversi.
Virtual DJ ha già una mappatura nativa per il VCI-300, ma non ancora per il VFX-1, quindi abbiamo realizzato come al solito una mappatura solo per i comandi e non per i led, anche se abbiamo verificato che il software è in grado di accenderli. Facendo gli opportuni test abbiamo trovato una configurazione interessante che permette di comandare senza alcun problema l’intera sezione effetti dei due decks, ma anche tutta la sezione sampler. Quindi possiamo dire che il VCI-300 ed VFX-1 si sono dimostrati molto adatti all’uso con Virtual DJ, anche in caso di mixaggio di video musicali.
Diverso è il discorso di Traktor Pro che ancora oggi non supporta correttamente la jog-wheel del VCI-300 ed anche come disposizione di comandi non sembra molto adatto all’uso con il software della Native Instruments. Comunque anche in questo caso il controller funziona all’interno del software in tutte le sue parti ed i led si accendono tutti.
Aggiungiamo infine che a breve sarà possibile usare il VFX-1 per controllare gli effetti di Serato Scratch Live.

CONCLUSIONI

Dopo le nostre prove possiamo dire che il Vestax VFX-1 è un ottimo controller a livello di qualità costruttiva che si dimostra un ottimo compagno per il VCI-300, dando a Serato ITCH ben 12 effetti per dare più fantasia ai nostri mixati. Personalmente considero il VCI-300 uno dei più belli tra i controller in commercio ed aggiungendo il VFX-1 si ha un’ottima consolle per il “mobile dj” molto elegante ed efficiente.
Chiudo infine dicendo che ITCH mese dopo mese è cresciuto molto e quando sarà disponibile il collegamento con Ableton Live grazie a The Bridge allora avremo un sistema di mixing integrato alla pari con i più famosi e celebrati concorrenti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.