Pioneer DDJ-SB – Recensione

PEE_DDJ-SB_POSTER_LR

Pioneer presenta il suo nuovo controller entry-level, il DDJ-SB, disegnato sul software Serato DJ e dj intro provato in esclusiva per voi.

Con l’inizio del nuovo anno, dopo alcuni rumors, la casa giapponese leader del mercato di prodotti per il DJing rilascia il nuovo controller entry-level, disegnato specificatamente per un software: Serato DJ.

Dopo aver presentato nel 2012 il suo controller entry-level per eccellenza, la WeGO, aver spopolato fra i più giovani con le sue forme innovative ed i colori appariscenti, e dopo un lieve restiling dello stesso prodotto con l’aggiunta di poter essere controllato da periferiche mobili (WeGO2), Pioneer lancia sul mercato un controller dal design più tradizionale riprendendo esteticamente il prodotto top di gamma controller: il DDJ-SX.

infatti il DDJ-SX, per fattezze ed impostazioni è molto simile ai due prodotti superiori, il DDJ-SX ed il DDJ-SR, da cui riprende molte caratteristiche e componenti.

Le jog con la superficie in alluminio, infatti, sono le stesse del DDJ-SR: molto fluide ma allo stesso tempo resistenti al tatto e con quel classico “family feeling” Pioneer DJ che fa intuire la bontà del progetto e la qualità del prodotto.

DDJ-SB_top

Come dicevo in precedenza, a dispetto delle forme morbide e “rivoluzionarie” della WeGO, il DDJ-SB si presenta con fattezze molto più “tradizionali”, una forma squadrata, con le classiche proporzioni rettangolare da consolle “seria”.

Mantenendo lo styling attualmente in atto deciso da Pioneer ed inaugurato con il DDJ-SX, troviamo, oltre alle due grandi jog che occupano principalmente il campo visivo, tutta una serie di controlli che ci permettono di comandare nel migliore dei modi il software a corredo.

Voglio premettere che il DDJ-SB è un controller “MIDI standard” e quindi può essere utilizzato con qualsiasi software in grado di poter ricevere e trasmettere segnali midi (come i pluri-conosciuti Virtual DJ, Traktor o Mixvibes Cross) ma viene dato in bundle con Serato dj intro.
Questo è il software di accesso della casa neozelandese famosa per il suo software top di gamma “Serato DJ” che ha delle ovvie limitazioni rispetto a DJ ma che consente, comunque, di poter iniziare a mixare senza problemi ed a potersi divertire con questo controller senza dover, inizialmente, acquistare un nuovo software.

Il DDJ-SB, comunque, può essere utilizzato anche con Serato DJ visto che, a partire dalla versione 1.5.2, è riconosciuto dal software e, per essere utilizzato correttamente,  bisogna effettuare un upgrade a pagamento direttamente sullo store digitale di Serato.

Il Controller

Ci troviamo quindi davanti ad un controller dalle dimensioni generose per il tipo di prodotto, infatti misura quasi 50 cm di larghezza (487 mm) e 27 cm di profondità (271,2 mm per la precisione) che lo fanno sembrare un “gigante” se paragonato alla WeGO (38×20 cm), con dimensioni, sopratutto in larghezza, più vicine ai controller di fascia PRO.

Tutto questo spazio ha permesso di poter installare due jog belle grandi e prese in prestito dal “fratello” DDJ-SR; infatti anche queste, pur essendo molto simili a quelle del DDJ-SX sono strutturalmente differenti e non hanno i led nella parte centrale della jog ma, visto la fascia di prodotto, va più che bene anche perché stiamo parlando di un controller con un prezzo di vendita dichiarato in €. 249,00.

La Sezione Deck

DDJ-SB_deck

Il controller si presenta come un classico due deck, questi occupano la maggior parte dello spazio presente sulla superficie con comandi disposti molto bene e spaziati tra di loro.

Sono presenti, oltre alle già citate jog, otto pad in gomma morbida, il pitch fader, con il tasto keylock, una sezione dedicata agli effetti ed il tasto vinyl.

L’economicità di questo progetto si fa notare sopratutto nella sezione pad. Infatti, a dispetto dei prodotti di fascia superiore, gli otto pad presenti inglobano anche i comandi CUE, PLAY, SYNC e SHIFT:

DDJ-SB_pad

quindi abbiamo a disposizione delle varie funzioni specifiche del software “solo” quattro pad. Questi, come accennato, ci consentono di poter selezionare 4 punti di CUE, di assegnare le battute dell’auto loop, di selezionare manualmente il loop e di gestire il sampler.
Le varie funzioni assegnabili vengono gestite da altri quattro tasti posti appena sopra i pad; a semplificare la gestione dei pad ci sono anche le serigrafie che, a dire il vero, sono state predisposte, oltre a specificare le funzioni di DJ intro, anche per Serato DJ.

DDJ-SB_fx

Nella parte superiore troviamo i tasti ed il know per la gestione degli effetti. Questi vengono gestiti nella medesima maniera sia con Serato DJ intro che con Serato DJ. Tramite i tre pulsanti possiamo attivare o disattivare gli effetti relativi ad uno dei due banchi o, tramite il tasto shift, selezionare uno dei tanti effetti a disposizione. Il knob gestisce, invece, l’intensità e, se utilizzato in concomitanza con il tasto shift, varia i Beats impostati per l’effetto.

Il Mixer

DDJ-SB_mixer

La sezione mixer, anche se in parte semplificata, ricalca esattamente lo styling di Pioneer; troviamo i due fader del volume, discretamente lunghi e molto precisi, un crossfader molto morbido, i tasti per assegnare il preascolto in cuffia, un knob per un filtro passa alto/passa basso, i knob per la regolazione dei toni, quelli per il controllo del volume del master, della cuffia e per il mixing del preascolto e la sezione di comandi per la navigazione tra le tracce ed il caricamento delle stesse.

DDJ-SB_browse

Manca, però, il knob relativo alla regolazione del guadagno (GAIN) che può essere utile quando l’autogain non fa correttamente il suo lavoro.

Particolarità della parte relativa al mixer è la funzione “Filter Fade”:  premendo il relativo tasto si attiva un filtro passa alto che funziona in base alla posizione del crossfader, durante il mix quindi si ha un piacevole effetto automatico che aggiunge una certa particolarità al mixing stesso.

DDJ-SB_crossfader

Le connessioni

DDJ-SB_rear

Essendo un controller della fascia entry-level le connessioni sono relativamente scarne e ridotte all’osso. Troviamo infatti un’unica uscita stereo RCA, posta nel lato posteriore del controller, una presa usb per il collegamento al computer e per l’alimentazione via usb, non essendo autoalimentato il controller prende energia dal pc. Sul lato destro del controller troviamo un ingresso microfonico con il suo regolatore di livello ed un’uscita cuffia, (sia con il jack grande che piccolo).

DDJ-SB_mic

La Scheda Audio

Non ci sono state date particolari informazioni tecniche sulla scheda audio, dal software possiamo dire che si tratta di una scheda capace di campionamenti a 44,100 KHz e 24 bit, più che sufficienti per avere una buona qualità di ascolto. Nella prova con Serato DJ intro, infatti, non abbiamo riscontrato problemi di sorta con un volume di ascolto più che decente per essere collegato anche direttamente ad una cassa attiva.
Utilizzando il controller con Serato DJ, invece, abbiamo riscontrato una potenza di uscita molto superiore, nell’ordine del 50%, cosa che ci ha stupito, continuando comunque ad emettere una timbrica ed una sonorità qualitativamente molto validi.

Video Prova

Conclusioni

Con questa nuovo controller Pioneer ha lanciato sul mercato un prodotto molto valido e relativamente a buon mercato. Il rapporto qualità prezzo, considerando il costo di €. 249,00 al pubblico IVA inclusa, è ottimo e il DDJ-SB è, senza dubbio, un ottimo controller da scegliere per iniziare ad entrare nel mondo del digital deejaying senza rimpiangere apparecchiature ben più costose; può, al tempo stesso, essere la scelta ottimale per un “muletto” da acquistare per coprire eventuali malfunzionamenti e tempi di riparazione di un controller PRO digitale.

SCHEDA TECNICA

Software Serato DJ Intro (download gratuito)
Serato DJ (upgrade a pagamento)
Terminali d’ingresso 1 MIC(jack da ¼ di pollice)
Terminali d’uscita 1 Master Out(1 RCA)
2 HEADPHONE MONITOR OUT(jack da ¼ di pollice sul pannello superiore, MiniPin)
Altri terminali 1 porta USB B
Risposta in frequenza 20 Hz ~20 kHz
Distorsione armonica totale 0.005 % or less
Rapporto S/N 90 dB (PC)
Dimensioni massime (L x P x A) 487.0 x 271.2 x 58.5 mm
Peso 2.1 kg

REQUISITI DI SISTEMA PER SERATO DJ INTRO

Sistemi operativi (Windows) Windows 7 con Service Pack 1/Vista con Service Pack 1
(CPU) Intel 2.0 GHz Core 2 Duo
(Memory) 1 GB
Sistemi operativi(Mac) Mac OS X 10.8.5/10.7.5/10.6.8
(CPU) Intel 1.6 GHz Core Duo
(Memory)1 GB
Risoluzione display 1024 x 768 o superiore

* Serato DJ Intro è un marchio di fabbrica registrato di Serato Audio Research Ltd.
* iZotope, Powered by iZotope, è un marchio di fabbrica di iZotope, Inc., negli Stati Uniti e in altri paesi
* Windows® è un marchio di fabbrica registrato di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi
* Mac OS è un marchio di fabbrica di Apple Inc., registrato negli Stati Uniti e in altri paesi
* Tutte le altre denominazioni di prodotto, società e organizzazione presenti in questo documento sono marchi di fabbrica o marchi di fabbrica registrati dei rispettivi detentori.
1La funzione di registrazione è disponibile solo con la versione completa del software Serato DJ

Ringraziamenti:

Pioneer Italia per la gentile concessione del prodotto in demo

VDJ Ciancia – Antonio Cianciaruso: Pioneer Dj Trainer

Recensione a cura di Sasa dj

Informazioni sul prodotto: sito ufficiale Pioneer dj

Discussione sul forum: LINK