Vestax Typhoon – Recensione

vestax_typhoon_banner
Si chiama Typhoon, ed in insieme alle sorelle Spin e Spin 2 nate per il mondo Mac, completa la rosa dei controller USB entry level con scheda audio integrata di casa Vestax.

Dopo una fase iniziale in cui veniva distribuita con Traktor LE, finalmente il gioiellino della casa nipponica è disponibile con VirtualDJ LE, un software che si adatta benissimo a questo controller.

Vestax Typhoon si colloca nella tipologia di controller “all-in-one”, cioè quelle console che hanno sia la funzionalità di mixer midi che la scheda audio integrata. L’operatività è immediata perché basta installare il software allegato “VirtualDJ LE” e collegare la console al PC o Mac tramite il cavo USB.

Prime impressioni
Aperta la confezione si nota la console ben protetta da un imballaggio in polistirolo, la sua scatola comprende anche un cavo usb per collegarla, istruzioni multilingua inglese/giapponese e il CD contenente il software VirtualDJ LE e i driver ASIO dedicati (solo per PC).

Typhoon è larga 35.5, lunga 24 e alta 4cm, pesa circa 1.5kg ed ha una struttura in plastica molto solida. Posta la console sul banco di collaudo del Digital Jockey LAB di Ferrara siamo pronti ad analizzarla nel dettaglio.

vestax_typhoon_angle
Caratteristiche costruttive
Osservando con attenzione i dettagli dell’hardware si nota un assemblaggio curato nei particolari, la struttura di Typhoon, anche se interamente plastica, riesce a renderla particolarmente solida ed a donarle un look molto accattivante. Nel pannello superiore si trovano 30 pulsanti, 13 cursori, 3 potenziometri rotativi (il master output è hardware e non mappabile midi) e 2 jog wheels metalliche sensibili al tocco, il tutto è ergonomicamente ben distribuito e grazie al tasto “Shift” quasi tutti i comandi sono raddoppiati.

vestax_typhoon_topI pulsanti in plastica rigida sono molto precisi, fanno “click” quando vengono premuti e sono piacevolmente retroilluminati con colorazioni diverse atte ad indicare l’azionamento di ogni determinata funzione. Ogni deck è dotato di vumeter a cinque led ed anche l’uscita master può essere monitorata da una doppia barra di led stereo collegata direttamente sull’uscita master.
I cursori del volume dei canali e del pitch sono scorrevoli e con una rigidità ben calibrata come anche il crossfader tipicamente morbido e studiato per gli amanti dello scratch. I cursori dei toni e dei pitch hanno lo scatto nella posizione centrale.

vestax_typhoon_frontPer quanto riguarda le connessioni della parte anteriore, si possono trovare le prese per cuffia (a destra) e microfono (a sinistra) a Jack da 6.3mm dotate del relativo potenziometro per la regolazione hardware del volume.

vestax_typhoon_rearNella parte posteriore si trovano i due connettori RCA di colore bianco e rosso dell’uscita stereo, due potenziometri per la regolazione della sensibilità dei Jog e la porta usb per la connessione al computer.
Nelle connessioni della console è presente anche l’ingresso per l’alimentazione esterna opzionale con interruttore di accensione a tre posizioni (USB-Off-Adaptor). Vestax ha comunque ottimizzato i consumi della circuiteria in modo da rendere sufficienti i 500mA che le porte usb dei moderni PC/Mac sono in grado di fornire, l’alimentatore esterno non risulta all’atto pratico necessario.

vestax_typhoon_connect
In test con i nostri amati software da DJing
La console funziona molto bene con VirtualDJ 7 LE allegato dentro la confezione grazie anche alla Skin dedicata, e ovviamente si può tranquillamente usare anche con l’ultima versione 7 PRO.

Con DJ intro, software gratuito di casa Serato, la console può essere utilizzata in alternativa a VirtualDJ 7 LE, e funziona ovviamente anche sull’ultima versione completa di Serato DJ 1.6

Per far funzionare tutto anche su Traktor Pro 2 è necessario scaricare da QUI la mappatura dedicata che permetta il funzionamento di tutti i tasti e dei rispettivi led, mentre sull’ultimo MixVibes Cross 3.0 la console viene riconosciuta nativamente.

Grazie ai driver asio dedicati (ASIO4TYPHOON) si può avere il preascolto su qualunque PC con ogni versione di Windows ed utilizzare anche il microfono, nel nostro caso l’abbiamo provata con Windows 7 64 Bit.

vestax_typhoon_asio

Per quanto riguarda Mac basta installare VirtualDJ LE e configurare correttamente l’aggregate audio per l’ingresso mic e le uscite.

Ci sembra corretto segnalare anche ai nostri lettori che ad un veloce movimento dei due fader di volume si è manifestato un ritardo nell’attuare la variazione del volume stesso su VirtualDJ LE, il medesimo difetto lo avevamo notato anche sulla Spin (vedi la recensione).

Configurazione minima di sistema
Requisiti minimi PC:
Windows XP/Vista/7 32-bit o 64-bit
CPU Core2 Duo o superiore
2GB o più di RAM
Porta USB

Requisiti minimi Mac:
Mac OS X 10.6/10.7/10.8
CPU Core2 Duo o superiore
2GB o più di RAM
Porta USB

Conclusioni
Abbiamo messo sotto osservazione nel nostro laboratorio la scheda audio della Typhoon, che come quella della Spin, ha mostrato una qualità buona ma non eccezionale, possiamo quindi consigliare questo controller per feste tra amici e piccoli club, mentre manteniamo alcune riserve su impianti maggiormente potenti a causa di un suono un pò troppo “compresso” in alcune frequenze.

PREGI
– Struttura e comandi robusti
– Jog precise e sensibili al tocco
– Ottima integrazione con VirtualDJ LE

DIFETTI
– Scheda audio poco performante
– Controllo toni e gain a slider verticali non convenzionali
– Leggero ritardo sul midi dei fader di volume

Vestax Typhoon è commercializzata in Italia da DJpoint.net ed è disponibile presso i migliori negozi di strumenti musicali ad un prezzo di circa 199€ comprensivi di IVA.

Ringraziamenti
Vestax Corporation – www.vestax.com
DJpoint.net (distributore italiano prodotti Vestax)
Luigi Bressan aka Luz DiJ (Laboratorio Digital Jockey Ferrara)

By Cioce DiJ