Digital Jockey

01-ns7II-header

Evoluzione o Rivoluzione?  Numark ridefinisce lo standard!!!

A quasi un’anno dall’annuncio la Numark NS7 II arriva in Italia, grazie a Eko Music Group e Nicksmusic.it abbiamo la possibilità di testarla in anteprima,

Ad oggi è sicuramente la Console All-in-One con il più alto contenuto tecnologico ma anche la più ingombrante (762mm x 403 mm x 106,7 mm) e pesante (15,3 Kg).
E’ pensata per il software Serato DJ, ma non troverete il CD all’interno, basterà andare sul sito www.serato.com scaricare il software (versione Mac o Pc) e la console sarà automaticamente riconosciuta. Non è presente nemmeno il CD dei driver audio, quindi ancor prima di installare il software vi dovrete collegare al sito www.numark.com e scaricare i driver PC (Asio) o Mac.

Una console professionale deve essere robusta e di metallo ed in questo caso Numark non ha certo risparmiato sul metallo, peccato per i comandi (knob) sullo spessore frontale che complicano l’inserimento in borse semirigide.

L’ergonomia con ampi spazi e deck specchiati è ai massimi livelli fin ora realizzati, tutto è sotto controllo e senza interferenze.

Altro software non in bundle ma perfettamente compatibile è VirtualDJ; gli utenti PRO non dovranno far altro che scaricare il plug-in autoinstallante con definition e mapper: http://www.virtualdj.com/addons/16387/Numark_NS7_II.html in attesa che sia integrato nella versione 8.0.

Una volta liberata la console dal generoso imballo  si troveranno solo il cavo d’alimentazione, il cavo usb,  la guida d’uso, una piccola chiave a brugola con 2 piccole viti di ricambio e 2 scatole contenenti ognuna una bellissima jogwheel metallica, uno slipmat ed un finto vinile che andranno posizionati, in questa sequenza, sul perno del “motore” e fissati con la piccola chiave a brugola. A questo punto possiamo accenderla. Se vi aspettate un check stile albero di natale rimarrete delusi; al power si accenderanno un po’ di led rossi e stop.
Sotto troverete 4 asole filettate per inserire il Laptop Stand che non è compreso ma che potrebbe facilmente essere autocostruito; grazie proprio a queste filettature potrete fissare quello che volete.
Potete chiaramente disabilitare i motori ma troverete le Jog nella modalità tipica dei vecchi cdj e non touchsensitive.

  • Ci sono 2 potenze da scegliere: quella più elevata è simile ad un Numark TTX, quella più soft è come un Technics 1200;
  • Il Crossfader è professionale (CP-Pro) ed è sostituibile;
  • E’ possibile inserirla anche in un vecchio Flight case della NS7;
  • Potrete personalizzare sia il vinile da 7” che lo slipmat, oltre che fare altre regolazioni su pressione e slittamento;
  • Qui trovate la foto ufficiale con le varie descrizioni dei comandi, anche se ci sono alcuni errori:

vediamo le specifiche tecniche.

Ingressi Audio:
La NS7 II, essendo anche un vero mixer, ha 4 i canali con un input rca line (con lo switch phono nei canali 1 e 2); potreste usarla anche senza computer.
Tramite switch si posso selezionare 2 input microfonici combo (XLR + 1/4 jack bilanciato), un main mic gestibile indipendentemente, ed un 2° microfono  assegnabile ad uno qualsiasi dei 4 canali del mixer.

03-nstII-input

05-nstII-input

Uscite Audio:
L’uscita MASTER è sia XLR che RCA, quella della Spia (Booth) è solo RCA, la cuffia ha il doppio ingresso da 1/4” e 1/8”, molto comodo. Ottimo il Volume e la possibilità di splittare master o cue e di mixare master e cue.

04-nstII-output

06-nstII-output

Scheda Audio:
Numark non svela molto sulle schede audio usate, sappiamo solamente che funziona ad un sample rate di 44.1 Khz a 24 Bit.
Per i sistemi operativi supportati, dato che la NS7 II è nativa per Serato DJ, valgono le avvertenze rilasciate da Serato, quindi, per ora, i processori AMD e Windows 8 non sono ufficialmente supportati.
Le JogWheel da 7 Pollici sono motorizzate e trasmettono 3600 segnali midi ad ogni rotazione: una precisione assoluta.
Glii 8 + 8 Pads sono di qualità AKAI, uguali ai controller della serie MPC e sono Multi-Color.

Ma analizziamola nel dettaglio, anche perché a seconda del software i tasti cambiano funzione , noi ci basiamo sul software nativo Serato DJ.

Tasto Shift: Serve per accedere alla funzioni secondarie indicate in rosso.
07-nstII-shift

Modalità Touch: Premendo questo si attivano le funzioni tattili capacitive dei Knob FX1, FX2, FX3

Layer (selezione deck):  Serve per assegnare i comandi del Deck (jogwheel + tasti etc.) al layer deck  selezionato, con i doppi tasti 3-1 e 2-4, Serato DJ, inoltre, mostra automaticamente il deck attivo (su una skin a 2 deck, si vedono sempre i 2 deck attivi ad esempio 3-2)

08-nstII-Layer

Mixer: Troviamo i classici: Gain + Altri + medi + bassi, con misuratori led per ogni canale, e per il master out.

09-nstII-mixer

La qualità costruttiva ed il design è eccezionale ma qui troviamo una delle funzioni più esclusive: premento il tasto “touch-shift” e sfiorando le manopole di EQ scopriamo che sono Touch-Reattivi e Killano il Knob, tanto che se mettete 3 dita su alti, medi e bassi il canale si muta. DJ performer sfrutteranno ad arte questa caratteristica “solo Numark”, inoltre i Knob sono “intelligenti”, rispondendo istantaneamente al tocco; le curve su Serato DJ sono abbastanza dolci.

Non mi dilungo in tasti dalla funzione scontata come fader di canale, PFL, Volume Master e della Spia.

i knob Start Time e Stop Time controllano l’accelerazione in partenza o la “frenata” in uscita del piatto motorizzato. Il Play è impostato come Play/Pause, il Cue sopra, è un Cue temporaneo assegnabile con la traccia in Pause, se non è impostato nessun CUE, vi fa tornare all’inizio della traccia.
Sembra che Numark abbia abbandonato la sua impostazione a 3 tasti (play/pause/cue) a favore di quella Pioneer (Play/Cue);  il tasto Sync allinea le battute dei 2 deck attivi.

LA SEZIONE DEI PAD

A) LA MODALITA’ CUE
Le modalità sono due: la CUES rossa e la CUES Arancio.

Nella 1° modalità si possono assegnare 8 punti di CUE in modalità classica, alla pressione del PAD avremo un CUE+Play, quindi la traccia tornerà al punto impostato e partirà in riproduzione.

(in pratica i primi 5 Pad, corrispondo ai 5 tasti Cue verticali, comodi quando abbiamo i Pad nelle altre modalità)

Nella 2° Modalità i punti di CUE vengono impostati in modo CUE+LOOP e la lunghezza del LOOP varia premendo le freccine Parameter;  SeratoDJ mostra chiaramente evidenziata la parte di waveform interessata dal Loop.

Occhio alle luci accese per capire i CUE impostati, premendoli insieme a SHIFT, si cancella il punto impostato.

Da notare che a differenza di tutti gli altri controller il tasto grande CUE, sopra al PLAY, non corrisponde al 1° Hotcue ma è un “CUE 0” a parte quindi la pressione di questo tasto quando si è in PLAY porta la traccia all’inizio: “Cue a zero e stop”.

10-ns7ii-PAD-CUE

B) MODALITA’ AUTO/ROLL
La 1° modalità è AUTO-Loop (Blu): attiva di default questi Loop.

11-ns7ii-PAD-autoloop

è possibile variare la lunghezza di default con i tasti parameter se usati insieme allo “Shift” si sposta il loop avanti e indietro nella beatgrid.

11-ns7ii-PAD-autoloop2

in questo caso è attivato il 2° pad, quello da 1/4 di battuta (default)

La 2° modalità è Loop Roll (Verde): a differenza della 1° Modalità (i colori sono invertiti) la pressione attiva i loop in modo temporaneo, sfruttando la caratteristica che solo i pad hanno.

C) LA MODALITA’ LOOP
La potevano chiamare modalità loop manuale ed è simile a quella che c’è in molti CDJ

12-ns7ii-PAD-loop

 

i pad della fila in alto fanno da memoria, il 5 fa da “IN”,  il 6 fa da “OUT”, il 7 attiva e disattiva e l’8 fa da reloop: ci potete “picchiettare” per giocare ad accorciare il loop (il 7 fa solo On/Off)

In questa modalità potete impostare 2 Banchi di Loop, i tasti parameter funzionano come nelle altre modalità.

12-ns7ii-PAD-loop2

D) La  Modalità Campionatore.

Nella prima modalità si comporta come un normale campionatore di sample da 1 a 8: le impostazioni vanno fatte via software, se al PAD è stato assegnato un campione questo appare Viola, se attivato diventa magenta.

Nella seconda modalità, Sample Velocity Tigger, i Pad sono sensibili alla velocità con cui li colpirete ed il volume sarà proporzionale alla forza con cui li colpirete; immaginate di assegnare i campioni di una batteria, avrete una drum machine in console, se poi considerate che Serato DJ vi fa gestire 4 di questi banchi (8×4 sample) ed assegnare ad uno dei 4 deck o al master, le possibilità creative si moltiplicano.

E) La Modalità SLICER
Le modalità sono Slicer (Rosso) e Slicer Loop (Azzurro), se un brano ha correttamente impostata la BeatGrid, gli 8 Pad rappresentano 8 Beat sequenziali nella Grid, a monitor la sezione di waveform appare evidenziata, i Pad da Rossi sequenzialmente diventano gialli, simboleggiando lo scorrere del brano, la pressione del pad manda in play quel Beat, la pressione prolungata Looppa quel Beat.  Importante capire che una volta lasciato il pad la traccia riprende dal punto temporale come se noi non avessimo mai premuto i PAD, quindi se state mixando a tempo, le due tracce rimangono in sync. La modalità Slicer Loop si differenzia per il fatto che la sezione tagliata in 8 slice diventa il luogo di “lavoro del DJ” che puo’giocare con gli 8 pad senza che la traccia avanzi.

—————————————————————————–

La Strip Search
L’accensione dei LED ci permette di monitorare lo stato di riproduzione della traccia,  toccando la Strip con un dito si può saltare in vari punti all’interno della traccia stessa; non ho capito perché la casa madre sconsiglia di “strusciare il dito”.

13-ns7ii-PAD-strip

La Beat Grid:
Slip per far slittare la griglia del beat,  Adjust permette altre distorsioni, Clear cancella la beatgrid, Set la reimposta.

Slip Mode: se attivato potete attivare hotcue, loop roll, o fare scratch, a fine azione la traccia riprenderà come se voi non aveste fatto nulla.

Tap: se il riconoscimento automatico dei BPM fallisce, picchiettare a tempo su questo tasto per avere il conteggio reale delle battute.

Range:  cambia la precisione del Pitch fader  +/- 8/16/50%

Pitch Fader: professionale e ben posizionato, ha un led che si accende per avvertirvi quando siete a zero.

BPM Meter: molto utile questa striscia di LED sia per mettere a tempo che per i loop.

14-ns7ii-PAD-bpmmeter

 NAVIGAZIONE
Non mi dilungo sui tasti di navigazione, inutitivi per chi conosce il software, faccio notare il tasto PANEL, molto comodo per commutare tra i pannelli: Registrazione / Effetti / Campionatore,  ma se avete Serato Video, come accade in altri controller, non ve lo seleziona in automatico.

EFFETTI
Nella modalità effetto singolo o effetto multiplo le manopole con led di posizione cambiano azione, essendo talmente tanti gli effetti, evito di dilungarmi e scrivere un papiro, dico solo che anche questi Knob sono Touch sensitive, toccando la parte superiore del Knob, Killate l’effetto.

Possono essere assegnati ad ogni Deck A o B, o A+B, o al Master Out

16-ns7ii-PAD-Effetti

Bellissima la sezione manopole FILTER proprio sopra lo Slide di volume canale

17-ns7ii-PAD-filter

Tasti, Fader, Knob, Pad, Stril, Led, Shift, un enormità di funzioni e variabile che necessiterebbero di trattazioni separate, in questa recensione First Look, ho privilegiato la velocità in quanto la console mi è arrivata da 2 giorni, la userò in live il 31.12.2013 e vi racconterò come è andata, intanto è in preparazione anche la VideoRecensione.

pensate solo a cosa fa il tasto SHIFT in combinazione con:

TASTO AZIONE
Adjust = Set Beat Grid
Slip = Clears Beat Grid
Slip Mode = Turns Platter Motor Off
Range = Sets Deck to Master
Parameter 1 = Adjusts Parameter 2
Pad (Cues) = Deletes Cue
FX 1,2,3 = Cycles the Available Effects
Beat = Changes FX Mode (Single, Group)
Touch = Engages Touch Lock
Filter Roll = Filter FX (Filter Roll Must be Off)
Hot Cue = Deletes Hot Cue
Sync = Turns Sync Off
Play, Pause = Play Stutter
Panel = Changes Deck Views
Back = Sorts Library by Track #
FWD = Sorts Library by Album
Crates = Sorts Library by Song
Prepare = Sorts Library by Artist
Files = Sorts Library by BPM
Platter Forward and Backward = Smart Beat Skip
Pad (Sampler) = Sample/Loop Stop
*Channel Fader = Up Fader Start

E’ presto per parlare di pregi e difetti, se l’affidabilità sarà confermata sul campo, è sicuramente il miglior controller “all-in-one” mai prodotto… fino ad ora :-)

Voster Semper Voster
Spazialex DJ, DiJ & ViJ