Digital Jockey

ReloopJ3Banner

La prova del Reloop Jockey 3 Master Edition, il nuovo controller-mixer con scheda audio integrata della casa tedesca, da poche settimane in vendita nei negozi.

Ci troviamo dunque di fronte ad un prodotto dotato di numerose funzioni e di dimensioni superiori alle consolle della precedente generazione. Questo incremento delle dimensioni delle consolle digitali è un trend comune a tutti i marchi che hanno deciso, secondo me giustamente, di sacrificare in parte la portabilità per avere una maggiore comodità ed ergonomia delle superfici di controllo. In questo caso parliamo di 42 cm di larghezza e di 30 cm di profondità, uno spazio che permette una disposizione chiara ed ordinata di tutti i comandi. Lo chassis è interamente metallico e conferisce al controller una pesantezza ed una sensazione di robustezza davvero apprezzabile.

reloop_jockey3_001

 

Nella confezione troviamo un cavo Usb, l’alimentatore esterno obbligatorio ed il cd con drivers e Traktor Pro 2 LE. Sul forum di supporto Reloop (http://www.reloopdj.com/forum/) è possibile scaricare i nuovi drivers, il nuovo firmware e la mappatura ufficiale per Traktor Pro 2 versione completa.

Andiamo ad esaminare nel dettaglio il layout del Reloop Jockey 3 Master Edition.
Le parti laterali sono costituite dalle zone controllo decks per 2 deck virtuali che diventano 4 grazie agli appositi switch posti in alto al centro della consolle. La jog-wheel è di 5 pollici, rispetto a quelle di 4 pollici dei concorretti diretti, la sensibilità e la precisione risulta ottima, grazie anche alla regolazione della resistenza alla rotazione e della sensibilità al tocco della superficie superiore. La jog-wheel può avere funzione di pitch bend, di scratch, di track seek e di browsing, premendo uno dei 4 tasti funzione disponibili.

reloop_jockey3_002

I tasti principali sono in plastica dura di buone dimensioni stile pad, il click è preciso e chiaramente avvertibile. Questi tasti si adattano perfettamente all’uso di Traktor Pro 2 ed i suoi sample decks. I tasti disponibili coprono interamente le funzioni di Traktor Pro 2, anche le più avanzate, anche perché ogni comando ha due funzioni assegnate, grazie al tasto shift presente al lato della jog-wheel. Le serigrafie bianche indicano la funzione secondaria di ogni comando. Con i tasti posti appena sopra e sotto la jog-wheel possiamo controllare le funzioni di play e cue, del sync, del salvataggio e delle cancellazione di 8 punti di cue, dell’attivazione dei samples (nel caso siano attivi i decks A e B di Traktor Pro 2).
Sopra troviamo i controlli dei loop, del filtro e del bilanciamento, ancora più in altro i tradizionali controlli effetti dotati di 4 tasti e 4 encoders con annesso pulsante. Il cursore del pitch è lungo 7 cm ed è midi 14 bit.

reloop_jockey3_003

Come già detto la disposizione dei comandi è chiara ed ordinata e molto difficilmente ci si chiede come attivare una delle tante funzioni di Traktor Pro 2 disponibili. Purtroppo le serigrafie si riferiscono all’uso dei decks tradizionali, quindi ci vuole un po’ di pazienza per capire esattamente come sono disposte le funzioni dei sample decks C e D sulla superficie di controllo.

Nella zona centrale in alto troviamo la manopola ed i tasti per le funzioni di browsing ed i due switch meccanici che permettono di attivare nella zona mixer le due coppie di deck virtuali o rendere il Reloop Jockey 3 Master Edition un vero mixer analogico.

reloop_jockey3_004

Infatti qui troviamo due fader di volume (dotati di vu-meter singolo per ogni canale) con crossfader, i controlli di tono e di gain ed i controlli per il preascolto. La qualità dei cursori e dei potenziometri mi è sembrata nella media, non eccezionale, ma sicuramente all’altezza della fascia di prezzo del prodotto. Come già detto sopra questi elementi della consolle, oltre ad essere dei controlli Midi per il software per mixare, diventano anche due canali di un tradizionale mixer analogico. La frequenza di taglio dell’equalizzazione del mixer analogico è nella media, la curva di volume dei fader è tendenzialmente lineare, la curva di taglio del crossfader è regolabile tramite un piccolo potenziometro posto sulla parte frontale del mixer.

reloop_jockey3_005

Ai due canali del mixer analogico possono essere collegati sia giradischi che lettori cdj (o qualunque altra sorgente line). Inoltre, tramite appositi switch, è possibile decidere se i due ingressi siano solo fonti esterne, solo ingressi della scheda audio, o un mix tra le due cose. Infatti il Reloop Jockey 3 Master Edition è dotato di una scheda audio con 2 In/Out stereo (oltre all’uscita cuffia per il preascolto). Questo mi ha permesso in un breve test di utilizzare anche la modalità timecode usando la scheda audio del controller. In realtà la cosa non è molto rilevante per un prodotto del genere, ma è solo per far capire il livello di versatilità della consolle.
Inoltre questi switch permettono di utilizzare le tracce di un normale cd audio sia all’interno del software (usando ad esempio gli effetti di Traktor Pro) ed in caso di improvviso crash del sistema basterà spostare lo switch posto in alto per passare in modalità mixer analogico per garantire immediatamente la continuità sonora, sempre con la stessa canzone che stavamo eseguendo all’interno del software per mixare.
Il Reloop Jockey 3 Master Edition è dotato di uscita master bilanciata ed Rca sbilanciata per il Master 1 ed un’uscita Rca sbilanciata per il Booth, con volumi regolabili tramite potenziometri posti nella zona centrale del mixer, insieme al controllo volume della cuffia. Questi 3 potenziometri sono gli unici elementi non mappabili via Midi nella superficie di controllo.
Nella zona frontale troviamo infine l’ingresso microfono (con switch per utilizzo nel software o con invio diretto all’uscita master) e la presa per la cuffia in jack 6,3 e mini-jack.

reloop_jockey3_006

La cosa più sorprendente di questo controller-mixer è proprio la semplicità di utilizzo in modalità ibrida, cioè mixando da un lato una traccia eseguita dal software per mixare e dall’altra un normale cd audio proveniente da un normalissimo lettore cdj, come vedrete nel filmato. Il cambio delle funzioni risulta completamente trasparente per l’utente, che mixa le due fonti senza avere mai l’impressione di utlizzare due fonti sonore tanto diverse tra loro. Il crossfader passa da una fonte sonora all’altra senza alcuna esitazione e senza nessun intervento speciale da parte dell’utente.
La mappatura realizzata per Traktor Pro 2 offre poi un’importante opportunità. Infatti anche lo scatto dello switch che passa il canale in modalità mixer esterno invia anche un messaggio Midi. I tecnici Reloop hanno fatto una scelta molto precisa, dando a tale comando la funzione di abbassamento a zero dei cursori dei canali virtuali del software per mixare.

reloop_jockey3_007

La scelta va interpretata in questo senso: se io voglio far sentire una traccia da un lettore cdj, allora abbasserò i canali del software per mixare riferiti a quel cursore di volume. Questo perché, lavorando il controller in modalità internal mixer, se non si abbassa il cursore virtuale del canale, la traccia continuerà ad essere ascoltabile insieme a quello che proviene dalla fonte sonora esterna, creando possibile confusione. Ciò non toglie che, se si vuole (grazie agli switch che regolano la modalità delle fonti sonore esterne già citati sopra), si potrà far ascoltare ben 6 fonti sonore contemporaneamente, i 4 canali virtuali del software per mixare, più le due fonti sonore esterne del mixer analogico. Tutto questo è possibile effettuando semplicissime modifiche alla mappatura ufficiale per Traktor Pro 2, ma qui andiamo a parlare di preferenze personali di ogni singolo DiJ, mentre i programmatori Reloop hanno giustamente fornito all’utente una configurazione il più possibile chiara e semplice.
Anche la qualità sonora generale, sia della scheda audio che del mixer analogico, si attesta su valori medi, sicuramente all’altezza di impianti di alta potenza.

Per concludere devo dire che il Reloop Jockey 3 Master Edition è un prodotto molto interessante e molto versatile, che permette un uso molto sofisticato delle fonti sonore esterne, oltre ad essere un ottimo controller con un ampio numero di controlli a disposizione. Questo controller-mixer, unito a due comunissimi Cdj audio, offre infinite possibilità di utilizzo, con le numerose modalità di utilizzo presenti.

La mappatura per Traktor Pro 2 non ha difetti e mette a disposizione tutte le funzioni necessarie per sfruttare al massimo la nuova versione del software della Native Instruments. Ovviamente il Reloop Jockey 3 Master Edition, essendo un tradizionale controller Midi, è mappabile senza difficoltà con qualsiasi altro software per mixare.
Nella sua fascia di prezzo è sicuramente uno dei migliori prodotti al momento in commercio.

Ringraziamenti:
Soundwave (distributore nazionale prodotti Reloop) http://www.soundwave.it

Review by CyberMix