Digital Jockey

vdj6_banner

Per tutti gli utenti PRO regolarmente registrati è disponibile presso il centro aggiornameni del sito di Virtual DJ il nuovo update di Virtual DJ 6.0 PC e MAC (beta pubblica). Le versioni DEMO saranno disponibili a giorni.

L’ aggiornamento introduce nuove e molte migliorie, ecco le principali:

1) Nuovo supporto MIDI e HID per i controller
VirtualDJ 6.0 adotta una filosofia completamente diversa rispetto alle precedenti versioni.
Quando nacque AtomixMP3 (il predecessore di VirtualDJ), i controller esterni non esistevano oppure erano poco diffusi, per cui il software fu pensato per essere controllato solo da mouse e tastiera.
Succesivamente i produttori di hardware iniziarono ad essere sempre più interessati alle nuove tecnologie rivolte ai djs mettendo in produzione vari tipi di controller e a mano a mano che uscivano venivano integrati negli update di VirtualDJ. Avere un controller esterno è diventato oggi fondamentale per chi utilizza la tecnologia digitale in modo professionale, ed anche la nuova versione di VirtualDJ tiene conto di questa necessità.
Da questa versione tutto ciò che comanda esternamente Virtual DJ è considerato un controller, inclusa la tastiera.
Qual’ è la grande differenza?
Che ora è possibile modificare le funzioni assegnate ai controller in maniera più semplice e potente ed è possible scrivere script che permettono di ottenere funzioni evolute e combinate.
Inoltre ora è possibile aggiungere nuovi controller MIDI e HID senza aspettare una nuovo aggiornamento di VirtualDJ. Per i nuovi controller sarà possible crearsi autonomamente i files di “Device” e “Mapping” che permetteranno l’ immediato funzionamento.
More info: http://www.virtualdj.com/wiki/ControllerDefinition.html

2) Nuovo linguaggio a Script
La versione 6 introduce un nuovo linguaggio molto potente e completo da usare per la realizzazione degli skins, shortcuts, mappers, etc…
Se non si usano le funzioni avanzate, il nuovo linguaggio risulta simile al vecchio sistema.
Attenzione che nella maggior parte dei casi il linguaggio è simile ma non compatibile al 100%, ovviamente le skins / plugins compatibili con la “Version = 5” saranno convertiti automaticamente.

3) Nuovo motore Skin
Il nuovo motore skin non limiterà più alla risoluzione nativa della skin stessa; infatti ora sia le vecchie che le nuove skin si adatteranno automaticamente alla risoluzione del proprio schermo e potranno essere “stirate” prendendole dal punto in basso a destra come una qualunque finestra di windows.
Il nuovo linguaggio a Script potrà ora essere applicato anche alle skin, chiari esempi del nuovo metoto di scrittura dell’ XML li trovate nelle nuove skin di default per Virtual DJ 6.

Attenzione:
Durante la fase di betatesting sono stati riscontrati alcuni consumi eccessivi di CPU sui sistemi con XP in caso di resize/tutto schermo della skin, se anche sul vostro sistema riscontrerete tale anomalia vi consigliamo di:
– Non fare il resize o non utlizzare la skin a tutto schermo
– Utilizzare una skin con una risoluzione uguale a quella del vostro monitor
– Cambiare la risoluzione del proprio monitor adattandolo a quella nativa della skin

4) Nuovo motore del timecode
Su Virtual DJ 6 Il motore del Timecode è stato completamente riscritto, la configurazione ora è molto più semplice ed intuitiva.
Non è più necessaria alcuna operazione di taratura, ma il segnale timecode si autoconfigura in tempo reale.
E’ sufficiente selzionare il timecode Vinyl o CD in uso, quindi regolare lo slider “stereo” e”silence” per ridurre i rumori di fondo quando il vinile è fermo.
Il potenziometro del Gain è lì per aiutarti a visualizzare correttamente la curva sul display, ma in realtà non pregiudica il rilevamento del TimeCode.
Se per qualsiasi motivo qualcosa va storto e non avete il segnale al 100% ora disponete di una potente finestra di debug in cui potete salvare la videata che potrete poi mandarla all’assistenza che vi aiuterà a scoprire cosa c’è di sbagliato nel vostro setup.
Inoltre, una nuova generazione di vinili timecode sarà a vostra disponibile e saranno compatibili con Serato dalla 2a generazione di vinili.
Quindi, se si dispone già dei TimeCode Vinyl di Serato (CV02-A) potrete utilizzare il nuovo algoritmo che funzionerà in relativo e anche in assoluto.
Questa nuova versione introduce anche il supporto ai TimeCode di Traktor (2000Hz), MissPinky e anche a quelli di Torq.

5) Compatibilità con lo standard unicode
La nuova versione è compatibile con il sistema di codifica “Unicode” ed ora sia i menu che il browser di Virtual DJ possono mostrare i font dei carattari di tutti i paesi del mondo come il giapponese, il cinese, il russo ecc ecc
Per rendere compatibile questa nuova funzionalità il database delle canzoni verrà automaticamente convertito al primo avvio per cui ogni singolo Hard Disk del vostro computer contente files analizzati prenderà il nome di “VirtualDJ database v6.xml”
I vecchi database di Virtual DJ 5 non verranno assolutamente cancellati e potrete decidere di continuare ad utlizzare la versione 5.2.1 nell’attesa di avere un maggior feeling con la nuova 6.
Ponete molta attenzione nel modificare a mano i files dei database delle canzoni e dei mapper perchè il comune notepad di windows non supporta l’unicode, è vivamente consigliato un text editor free tipo Notepad++ http://notepad-plus.sourceforge.net/

6) Migliorato il decoder video
E’ possibile riprodurre molti formati video usando il decoder video interno.

7) MusicGroups
L’ idea del MusicGroups è stata pensata per due ragioni principali:

– Per creare un database pubblico della musica riprodotta dall’ utente con lo scopo di riunire persone con lo stesso gusto musicale o creare gruppi individuali. VirtualDJ spedirà automaticamente la tua playlist al gruppo musicale di cui si fa parte e tali playlist saranno quindi visualizzate qui -> http://www.virtualdj.com/musicgroup/index.html

– I dij’s possono iscriversi al gruppo musicale preferito. Quindi ricevere direttamente feed personalizzati all’interno VirtualDJ.
Il “feed” è completamente personalizzabile, e dipende da quale tipo di musica che è stata riprodotta, e vi darà indicazioni e consigli da parte degli utenti del guppo musiacale sulle traccie successive da riprodurre.

Noi crediamo che questo sia un ottimo modo per conoscere nuova musica e per migliorare la propria selezione musicale.

8) NetSearch
L’ idea è stata quella di non limitare il database musicale ai soli file presenti localmente nelle memorie di massa (Hard Disk) ma avendo a disposizione una connessione internet ogni qualvolta si effettua una ricerca i risultati interesseranno sia gli hard disk locali che i file audio o video trovati in rete.
I file possono essere instantaneamente caricati nei lettori di VirtualDJ e quindi riprodotti oppure se si ha una connessione internet lenta e i file interessanti sono riprodotti molto spesso è possibile creare una memoria tampone locale (cache). E’ sufficiente cliccare con il tasto destro del mouse sul file interessato nel browser e selezionare “Download to cache”
Se il computer usato nella discoteca e senza connessione internet esiste una soluzione per potere trasferire questi files copiando la cartella “cache” situata nel percorso “C:\Documents and Settings\XXX\Documenti\VirtualDJ\Cache” dal computer che ha la connessione internet al computer senza connessione.
Per ragioni legali, è necessario “ri-auotorizzare” i file una volta al mese, per controllare che questi file sono disponibili gratuitamente, in caso contrario i files interessati verranno disabilitati.

Come utilizzare sia la versione 5.2.1 che la 6 sullo stesso computer:
Se deciderete di continuare ad utlizzare la versione 5.2.1, nell’attesa di avere un maggior feeling con la nuova 6, prima di installare la nuova versione ricordatevi di andare manualmente nel percoso C:\Programmi\VirtualDJ e di rinominare il file virtualdj.exe in virtualdj5.exe
Una volta rinominato il vecchio eseguibile di VDJ 5.2.1 potrete tranquillamente installare Virtual DJ 6, in questo modo lanciando il collegamento a Virtual DJ sul desktop lancere il nuovo Virtual DJ 6, creando invece manualmente un collegamento al file virtualdj5.exe lancerete Virtual DJ 5.2.1

Per chi usa l’antivirus nod32:
Prima dell’installazione va disabilitato il modulo AMON altrimenti l’installazione stessa non andrà a buon fine.

Nuova presentazione nella home page -> http://www.virtualdj.com/
News completa in Inglese -> http://it.virtualdj.com/products/virtualdj/version6.html

Ovviamente per ogni problema o dubbio relativo a questa nuova versione potete tranquillamente contattare l’assistenza tecnica http://it.virtualdj.com/contact/index.html